Efficientamento energetico degli immobili pubblici in Toscana

C’è tempo fino al 31 marzo 2018 per il bando della Regione Toscana inerente gli ”Interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici e strutture pubbliche ed integrazione con fonti rinnovabili”.

I beneficiari individuati dall’iniziativa devono trovarsi all’interno del territorio regionale e sono:

  • Enti Locali: (Comuni, Province, Città Metropolitana, Unioni di Comuni);
  • Aziende Sanitarie Locali;
  • Aziende Ospedaliere.

Le domande possono essere presentate nel periodo 26.07.2017 – 31.03.2018.
Sono ritenuti ammissibili tutti gli interventi che potranno essere realizzati su uno o più edifici pubblici. Gli edifici oggetto dell’intervento dovranno possedere al momento della presentazione della domanda queste caratteristiche:

  • essere esistenti ed utilizzati. Non sono ammessi interventi di nuova costruzione, demolizione/ricostruzione, ampliamento e sopra elevazione;
  • essere dotati di impianti di climatizzazione invernale e/o estiva;
  • essere di proprietà pubblica;
  • essere adibiti ad uso pubblico (istituzionale, scolastico, ospedaliero, sanitario, formativo, assistenziale, culturale, sportivo, etc) e non residenziali ed assimilabili;
  • non essere destinati all’esercizio di attività economiche in forma prevalente.

Per poter avere l’ammissibilità del progetto, questo dovrà prevedere almeno una delle seguenti tipologie d’intervento:

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;
  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o da pompe di calore ad alta efficienza;
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile;
  • installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti (domotica);
  • sistemi di climatizzazione passiva (sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell’irradiazione solare, sistemi di accumulo, serre solari,etc.);
  • installazione di impianti di cogenerazione e trigenerazione ad alto rendimento;
  • realizzazione di reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento energeticamente efficienti per la distribuzione di energia all’interno dell’edificio e/o complesso di edifici pubblici.

Le risorse messe a disposizione dal bando sono pari ad € 8.000.000.000, così ripartiti :

  • € 4.000.000.000 a favore di Enti Locali;
  • € 4.000.000.000 a favore delle ASL e delle Aziende Ospedaliere

 
Come già ricordato, il bando regionale non prevede la possibilità di eseguire demolizioni degli edifici ma solo un loro miglioramento energetico per la cui realizzazione sono ammissibili anche le spese per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto presente nelle strutture.
Inoltre ciascun intervento/proposta deve essere fondato sulla base delle risultanze di una diagnosi energetica dell’immobile indispensabile e da allegare al progetto.
Per maggiori dettagli sul Bando:


©2022 Rete Asset

Log in with your credentials

Forgot your details?