Open Meter, il contatore elettronico 2.0 per 32 milioni di case

Open Meter è il contatore elettronico 2.0, che verrà installato in 32 milioni di case e aziende in Italia in sostituzione degli attuali contatori di prima generazione. L’installazione dei nuovi contatori di e-distribuzione, consentirà ai clienti italiani, senza incrementi tariffari, di migliorare la consapevolezza dei propri consumi, avere accesso a nuovi servizi e, in prospettiva, partecipare attivamente al nuovo mercato dell’energia.

l nuovo contatore Open Meter introduce nuove funzionalità, permettendo di accedere in modo dettagliato alle informazioni di consumo, in particolare:
• verificare quanta energia elettrica è stata consumata e registrata dal contatore, suddivisa nelle diverse fasce orarie;
• esaminare in dettaglio l’andamento dei consumi giornalieri, grazie ai dati di misura per singolo quarto d’ora;
• conoscere l’effettiva potenza assorbita in ogni momento, la media per ogni quarto d’ora e quella massima prelevata nella giornata.
Attraverso la telelettura giornaliera dei dati di misura rilevati ogni 15 minuti, i venditori potranno inviare ai clienti fatture basate sui consumi puntualmente registrati, minimizzando la fatturazione di acconti e conguagli. Le informazioni relative ai consumi saranno visualizzabili sul display, inoltre, attraverso l’attivazione di specifici servizi, erogati da terze parti di mercato, si potranno visualizzare e scaricare dati e grafici sui consumi, via web o con una app per smartphone. I nuovi servizi domotici potranno interfacciarsi facilmente con Open Meter grazie agli standard open a cui è conforme.
La sostituzione dei contatori attuali con Open Meter, deriva fondamentalmente da provvedimenti normativi che rendono necessario che le imprese distributrici adottino sistemi di misurazione cosiddetti “intelligenti”.I nuovi contatori consentiranno infatti di soddisfare i requisiti richiesti per i misuratori dal D.Lgs. 102/2014, ovvero di fornire informazioni sui tempi di utilizzo dell’energia elettrica tali da promuovere l’efficienza energetica, aumentando la consapevolezza dei comportamenti di consumo dei Clienti, favorendo la concorrenza nei servizi post-contatore e di messa a disposizione dei dati al Cliente finale o a terze parti designate dal Cliente. Queste funzionalità non sono pienamente supportate dagli attuali contatori di prima generazione e richiedono quindi un cambio tecnologico. In questo modo e-distribuzione assicura ai Clienti connessi alle proprie reti un servizio sempre ottimale e in linea con l’evoluzione tecnologica nel settore della misurazione dei consumi
Il piano avviato da e-distribuzione prevede complessivamente, su un arco temporale di 15 anni, l’installazione di circa 41 Milioni di misuratori 2.0, di cui circa 32 milioni in sostituzione degli attuali contatori di prima generazione e i restanti per nuove connessioni e richieste dei clienti. L’investimento complessivo previsto è di circa 4,3 miliardi di euro, di cui 1,3 miliardi per i primi 13 milioni di contatori entro il 2019. I lavori di installazione saranno realizzati da circa 250 imprese esterne, interessando complessivamente circa 4000 tecnici sull’intero territorio nazionale.
E-distribuzione è il primo distributore di energia al mondo ad avere già sviluppato la seconda generazione del sistema di telegestione.
Disegnato dall’architetto Michele De Lucchi, e interamente progettato in Italia da e-distribuzione, Open Meter è il risultato di un percorso che tiene conto di quanto avvenuto negli ultimi anni sul mercato e dell’evoluzione tecnologica nel campo della misura e della telegestione. Open Meter si attiene alle specifiche per i nuovi misuratori previste dalla delibera 87/2016 dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico. Con la delibera 222/2017 dello scorso mese di aprile l’Autorità ha approvato il piano di messa in servizio dei nuovi contatori proposto da e-distribuzione.

©2022 Rete Asset

Log in with your credentials

Forgot your details?