La relazione Aeegsi 2017 descrive inizialmente il proseguimento dell’evoluzione del mix produttivo di energia elettrica in Italia, evidenziando la crescente diffusione delle fonti rinnovabili, in particolare non programmabili e della generazione distribuita.

Successivamente la relazione Aeegsi 2017 descrive il recente sviluppo del sistema elettrico fino all’anno 2016, sia in termini di accesso alle reti elettriche sia in relazione all’evoluzione dei mercati e del dispacciamento, soffermando l’attenzione sugli effetti delle più recenti deliberazioni dell’Autorità. La relazione riporta poi i dati aggiornati, ivi inclusi i preconsuntivi riferiti al 2016, relativi all’impatto degli strumenti di sostegno alle fonti rinnovabili e alla cogenerazione ad alto rendimento, in termini di quantità di energia elettrica incentivata e di oneri coperti tramite le bollette elettriche.
Nel 2015 la produzione lorda di energia elettrica è lievemente cresciuta rispetto all’anno precedente (da 280 TWh a 283 TWh), pur continuando ad assumere valori notevolmente inferiori al massimo di 319 TWh raggiunto nel 2008 e ai 303 TWh nel 2004. Al tempo stesso i consumi finali di energia elettrica, pur aumentati nel 2015 rispetto al 2014 (da 291 TWh a 297 TWh), sono inferiori rispetto a quelli degli anni precedenti (319 TWh negli anni 2007 e
2008) a causa della riduzione dei consumi in ambito industriale (da 155 TWh nell’anno 2007 sino a 122 TWh negli anni 2014 e 2015). Si sta anche assistendo a una decrescita della potenza installata, proseguita anche nel 2015 rispetto all’anno precedente, derivante dalla dismissione o messa in conservazione di impianti termoelettrici anche di elevata taglia, non pienamente compensata dalla nuova installazione di impianti prevalentemente alimentati da fonti rinnovabili (riduzione, nel 2015 rispetto al 2014, di quasi 6,4 GW di impianti termoelettrici tradizionali a fronte di un aumento di circa 0,9 GW da fonti rinnovabili).
Per effetto delle nuove installazioni da fonti rinnovabili e del generale calo nella produzione lorda totale e nei consumi finali di energia elettrica, l’incidenza delle fonti rinnovabili sulla produzione lorda e sui consumi finali di energia elettrica è rilevante. Più in dettaglio:
– le fonti rinnovabili incidono nel 2015 per circa 109 TWh, pari al 38,5% del totale nazionale, a fronte del 18% circa nel 2004. Tale produzione ha subito una significativa riduzione nel 2015 rispetto al 2014 (- 12 TWh) per effetto della scarsa idraulicità; un’ulteriore riduzione è stata registrata nell’anno 2016 per lo stesso motivo. In termini
di potenza efficiente lorda, incidono nel 2015 per circa 51 GW, pari al 43% del totale nazionale, a fronte del 24% nel 2004;
– è rilevante l’incidenza delle fonti aleatorie e in particolare del solare e dell’eolico (più del 23% del totale installato nel 2015 a fronte di poco più dell’1% nel 2004; più del 13% del totale prodotto nel 2015 a fronte di poco meno dell’1% nel 2004).
Al tempo stesso le fonti rinnovabili sono utilizzate per lo più tramite impianti di piccola e media taglia connessi alle reti di distribuzione (generazione distribuita). Nel 2015 gli impianti di potenza fino a 10 MVA, non solo alimentati dalle fonti rinnovabili, rappresentavano oltre il 21% della potenza installata: circa 16 punti percentuali in più rispetto al 2004. Il loro peso in termini di produzione è passato dal 4,7% del 2004 al 18,1% del 2015.

CONTATTACI

Vuoi sapere di più su Asset? Hai una domanda da farci? Una curiosità da soddisfare? Scrivici! Saremo lieti di risponderti.

Sending

©2019 Rete Asset by mr.dico | Made and hosting with ❤️ by World Wide Management

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account