Con Rete Asset le PMI accedono al bando Emilia-Romagna per le diagnosi energetiche

La Regione Emilia Romagna ha riaperto il bando a sostegno della realizzazione di diagnosi energetiche e dell’adozione di sistemi di gestione dell’energia ISO 50001 nelle piccole e medie imprese del territorio regionale.

Nella nuova formulazione, il contributo regionale va a coprire il 100% delle spese ammissibili sostenute.
L’ammontare del contributo che viene concesso ciascuna domanda è pari al:
· 100% delle spese ammissibili, fino ad un contributo massimo di 20.000 € al netto dell’IVA, per l’adozione del Sistema di Gestione Energia conforme alle norme ISO 50001.
I destinatari dell’incentivo sono le PMI (definite ai sensi del Dm Attività Produttive 18 aprile 2005), in possesso di tutti i requisiti previsti dall’articolo 3 del Bando. La copertura del 100% della spesa si ottiene se si fa almeno uno degli interventi di risparmio energetico previste dalla diagnosi.
Tra gli interventi ammissibili nell’ambito della realizzazione delle diagnosi energetiche si sono aggiunti anche “gli interventi che implicano solo modifiche gestionali, senza investimenti strumentali – come riportato in delibera – purché sia documentato il risparmio energetico conseguito”.
I nuovi termini di presentazione delle domande vanno dalle ore 9:00 dell’11 ottobre 2017 alle ore 17:00 del 3 novembre 2017.
Le richieste dovranno essere inviate esclusivamente online, attraverso l’applicativo web “Pride”. I contributi verranno assegnati fino a esaurimento delle risorse e secondo l’ordine cronologico dell’invio della richiesta.
Azzero CO2, partner di Rete Asset, segue per te tutte le attività previste da questo bando:
· La Diagnosi Energetica
· Il preventivo di spesa esecutivo per la realizzazione degli interventi individuati
· Il Business Plan conseguente
· La domanda di ammissione al bando
Il tutto:
· attraverso un unico interlocutore
· con competenze sia tecniche che amministrative per la richiesta del contributo.
Senza alcuna spesa se la domanda di ammissione al bando non dovesse essere accolta.
E’ comunque importante fare la domanda poiché, nel caso in cui non venga accolta, essa costituisce una base per creare le premesse in un prossimo bando.
Attenzione, perché i tempi sono stretti, il bando scade il 3 novembre 2017. Telefona al 338 6056289: troverai una persona che ascolta le tue necessità e ti aiuta a realizzarle.

©2022 Rete Asset

Log in with your credentials

Forgot your details?