Conformità per dodici software di calcolo della prestazione energetica degli edifici

Sono state da poco rilasciate da CTI le prime dichiarazioni di conformità per dodici software di calcolo della prestazione energetica degli edifici che sono stati sottoposti a verifica secondo quanto previsto delle disposizioni legislative (D.Lgs 192/05 e DM 26 giugno 2015). Ai sensi dell’art.7 del DM 26 giugno 2015, cosiddetto “Requisiti Minimi”, il CTI svolge un’attività di verifica dei software commerciali e degli strumenti di calcolo della prestazione energetica degli edifici.

Si prevede che a breve anche altri software di calcolo della prestazione energetica, una volta concluse le verifiche, riceveranno il certificato CTI. Si noti che i tempi intercorsi tra l’apertura della procedura 2016 e il rilascio dei primi certificati non sono dovuti a particolari difficoltà sopraggiunte e neppure a difformità dei software, ma più semplicemente alla scelta organizzativa di portare avanti in parallelo l’esame e la verifica dei software che hanno presentato domanda a distanza di pochi giorni (praticamente quasi tutti).
L’elenco, valido dal 29 giugno 2016, degli applicativi informatici per i quali è stata presentata domanda di verifica (software protocollati) e per i quali è stata rilasciata la dichiarazione di conformità CTI (software certificati) è disponibile nell’area del sito “Certificazione software”.
Riguardo i software certificati, si fa presente che per le versioni successive alla versione certificata vale quanto riportato al punto 9 del Regolamento a proposito del mantenimento della conformità.
Il produttore può quindi aggiornare l’applicativo informatico con versioni successive purché ne garantisca il mantenimento della conformità e rimangano valide le dichiarazioni effettuate all’atto di presentazione della domanda. Il CTI si riserva in ogni caso di effettuare la sorveglianza degli applicativi informatici certificati.
 
 

©2022 Rete Asset

Log in with your credentials

Forgot your details?