Pubblicata la norma UNI EN 378 2017: sistemi di refrigerazione e pompe di calore – Requisiti per la sicurezza e l’ambiente. La norma specifica i requisiti per la sicurezza delle persone e dei beni, fornisce una guida per la tutela dell’ambiente e stabilisce procedure per il funzionamento, la manutenzione e la riparazione di impianti di refrigerazione e il recupero dei refrigeranti.

La norma UNI EN 378 comprende quattro parti e si applica a:
a) a sistemi di refrigerazione, fissi o mobili, di tutte le dimensioni salvo per i sistemi di climatizzazione per veicoli oggetto di specifiche norme di prodotto, per esempio la ISO 13043;
b) per sistemi di raffreddamento o riscaldamento secondari;
c) alla posizione dei sistemi di refrigerazione;
d) alle parti sostituite e alle componenti aggiunte dopo l’adozione di questa norma se non sono identiche nella funzione e nella capacità.

UNI EN 378-1:2017 : Parte 1: Requisiti di base, definizioni, criteri di classificazione e selezione

La parte 1 della norma specifica i criteri di classificazione e di selezione applicabili ai sistemi di refrigerazione. Questi criteri di classificazione e di selezione sono utilizzati nelle parti 2, 3 e 4.

UNI EN 378-2:2017: Parte 2: Progettazione, costruzione, prova, marcatura e documentazione

La parte 2 della norma è applicabile alla progettazione, costruzione e installazione dei sistemi refrigeranti incluse le tubazioni, i componenti e i materiali. Include materiali supplementari non coperti dalle EN 378-1:2016, EN 378-3:2016 o EN 378-4:2016 che sono direttamente associati a questi sistemi. Specifica inoltre i requisiti per la prova, la messa in servizio, marcatura e documentazione. I requisiti per i circuiti secondari di trasferimento del calore sono esclusi ad eccezione dei requisiti di protezione associati ai sistemi di refrigerazione. I materiali supplementari includono, per esempio, ventole, motori, motori elettrici e insiemi di trasmissione per sistemi di compressione aperti.

UNI EN 378-3:2017: Parte 3: Sito di installazione e protezione delle persone

La parte 3 della norma è applicabile al sito di installazione (spazio dell’impianto e d dei servizi). Specifica i requisiti del sito per la quanto riguarda la sicurezza, che potrebbe essere richiesta a causa di, ma non direttamente correlata con, il sistema di refrigerazione e i materiali accessori.

UNI EN 378-4:2017: Parte 4: Conduzione, manutenzione, riparazione e recupero

La parte 4 della norma specifica i requisiti per la sicurezza delle persone e dei beni, fornisce una guida per la tutela dell’ambiente e stabilisce procedure per il funzionamento, la manutenzione e la riparazione di impianti di refrigerazione e il recupero dei refrigeranti.
La presente norma non si applica i “sistemi di refrigerazione per veicoli a motore” oggetto di specifiche norme di prodotto, per esempio la ISO 13043.
I sistemi che utilizzano refrigeranti diversi da quelli elencati nell’appendice E della norma EN 378-1:2016 non sono coperti dalla presente norma a meno che non sia stato loro assegnata una classe di sicurezza secondo la ISO 817.
La presente norma non si applica ai materiali in magazzino.
La presente norma non è applicabile ai sistemi di refrigerazione e alle pompe di calore fabbricati prima della data della sua pubblicazione come norma europea ad eccezione di estensioni e modifiche al sistema che sono state attuate dopo la pubblicazione.
La presente norma si applica ai nuovi sistemi di refrigerazione, ampliamenti o modifiche dei sistemi già esistenti, e per i sistemi stazionari esistenti, trasferiti e gestiti in un altro sito.
 

CONTATTACI

Vuoi sapere di più su Asset? Hai una domanda da farci? Una curiosità da soddisfare? Scrivici! Saremo lieti di risponderti.

Sending

©2019 Rete Asset by mr.dico | Made and hosting with ❤️ by World Wide Management

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account