La produzione di energia e l’ambiente

La produzione di energia e l’ambiente

La produzione e il consumo di energia comportano problemi ambientali complessi legati, ad esempio, all’uso del suolo su cui si installano le centrali termoelettriche, alle reti di trasporto dei combustibili e alle reti di distribuzione dell’energia prodotta, al consumo di risorse naturali fossili e alle emissioni di sostanze inquinanti per l’ambiente e tossiche per l’uomo, che si verificano durante la trasformazione da energia primaria a energia utilizzabile sotto altre forme. Le ripercussioni ambientali dei processi energetici riguardano soprattutto le emissioni di gas serra, in particolare l’ anidride carbonica, derivante dalla combustione del petrolio e responsabile dell’incremento dell’effetto serra e del riscaldamento della terra. Inoltre non sono trascurabili gli impatti originati dai rifiuti dei processi energetici, dal’uso delle risorse idriche per tali attività e dagli effetti dell’estrazione e movimentazione dei prodotti energetici.
I cicli energetici infine sono legati all’emissione anche di radiazioni elettromagnetiche, suddivise nei due principali gruppi, riportati nella seguente tabella:

Ionizzanti

Sono quelle che derivano da raggi ultravioletti, raggi X e raggi gamma. Sono dotate di un’energia elevata, tale da rompere i legami molecolari delle cellule e indurre mutazioni genetiche. La maggior parte dell’esposizione a questo tipo di radiazioni è di origine naturale, ma il 27% deriva da sorgenti artificiali, come ad esempio le attrezzature di diagnostica medica e una piccola percentuale riguarda l’uso di materiali contenenti radionuclidi (nuclei instabili capaci di emettere particelle ionizzanti).

Non Ionizzanti

Sono quelle generate da campi elettromagnetici e non possiedono energia sufficiente per rompere i legami molecolari delle
cellule. Derivano dagli impianti di radio-telecomunicazione, soprattutto quelli legati ai settori di telefonia cellulare e a quello della produzione elettrica. Non sono ancora noti gli effetti biologici di queste radiazioni, ma sicuramente la costruzione di  impianti per la trasmissione dei segnali e per la distribuzione dell’energia modificano l’ambiente naturale. Fanno parte di questa categoria anche le radiazioni luminose: l’inquinamento luminoso è un’alterazione della quantità naturale di luce diffusa nell’ambiente notturno, provocata dall’emissione di luce artificiale.

©2019 Rete Asset by mr.dico

Log in with your credentials

Forgot your details?