Inevitabile un calo del prezzo dell’energia, ma lo storage finirà per stabilizzarlo

Amy Grace a Londra BNEF

I prezzi dell’energia scenderanno inevitabilmente man mano che un crescente quantitativo di energia eolica e solare si connette in rete ma, secondo Amy Grace,  analista senior BloombergNEF (BNEF), l’accumulo di energia alla fine manterrà i prezzi relativamente stabili.

Con i PPA che diventano sempre più brevi e più liberi da sovvenzioni e con la realizzazione di progetti commerciali per le energie rinnovabili, la maggiore dipendenza dell’energia eolica e solare dai prezzi del mercato all’ingrosso implica che le previsioni sui prezzi dell’energia elettrica stanno diventando sempre più importanti per l’industria delle energie rinnovabili.

Eppure la maggior parte delle previsioni prevedono erroneamente prezzi in continuo aumento, ha dichiarato Amy Grace, responsabile della ricerca sulle tecnologie pulite di BNEF, al Summit BNEF di Londra lunedì scorso.

I prezzi di mercato, ha spiegato, riflettono il prezzo più basso al quale i produttori sono disposti a vendere la loro energia – che è il loro costo marginale di produzione, o il costo di produzione di un’ora supplementare di elettricità.

“Quindi, cosa si intende per costo marginale? Che dire di tutti i costi necessari per costruire quel parco eolico o solare, o di tutti quei 5 miliardi di dollari superati per quel progetto nucleare? Non importa – totalmente irrilevante. I costi sommersi non hanno alcuna influenza sul prezzo dell’energia”, ha detto.

“Quindi, che cosa importa? È fondamentalmente il costo del carburante e i costi operativi e di manutenzione – questo è ciò che va nel vostro costo marginale di generazione. L’Operations and Maintenance è piuttosto trascurabile, specialmente per il carbone e il gas, quindi ciò che conta davvero sono i costi del carburante. Ciò, per le rinnovabili è una buona notizia, perché fino a quando Donald Trump non prende il controllo sul Sole, le rinnovabili – il nostro solare e l’eolico – sono gratuite”.

Ciò significa che l’energia eolica e solare, quando disponibile, sarà quasi sempre più economica dell’energia del carico di base. E quanto più l’energia eolica e solare entra in rete, tanto più spesso i prezzi di mercato diminuiranno, spingendo verso il basso il prezzo medio dell’energia”.

Un altro fattore che può avere un impatto sui prezzi dell’energia elettrica è la percezione di “vincoli di risorse”. “Nel primo decennio del terzo millennio i prezzi del gas sono aumentati a causa dell’argomento dei vincoli delle risorse – cioè che potrebbe non esserci abbastanza gas disponibile per soddisfare la domanda. E nel secondo decennio del terzo millennio i prezzi del gas sono scesi a causa dell’innovazione umana, a causa del fracking”, ha detto Amy Grace.

“E questo è interessante per l’eolico e il solare per una ragione – il vento e il solare non hanno questa limitazione di risorse. Si tratta solo di essere in grado di produrre in modo più economico, più veloce e migliore. E ‘puramente un argomento di innovazione umana. Il che significa che scommettere contro il calo dei prezzi dell’energia elettrica è una scommessa contro l’innovazione umana”.

Amy Graceha  spiegato che, sebbene l’energia solare e l’energia eolica faranno scendere i prezzi, “le batterie entreranno e porvi rimedio”. “Le batterie possono operare in due mercati: il mercato dei servizi ausiliari, che è piuttosto piccolo, e il mercato dell’energia. E il modo in cui fanno soldi nel mercato dell’energia è attraverso l’arbitraggio. Hanno bisogno di comprare basso e vendere alto. Hanno bisogno di energie rinnovabili per essere a buon mercato in modo che possano fare un profitto.”

“Allora, come sarà il futuro dei prezzi dell’energia elettrica? Beh, penso che ci sarà un sacco di energia solare – che sta per spingere i prezzi dell’energia elettrica verso il basso, e sta per creare un’opportunità per lo storage di entrare sul mercato poiché può approfittare di questa opportunità di arbitraggio. Posso costruire un sacco di batterie e vendere a prezzo elevato quando il sole e il vento non producono”.

“E questo aumenterà la domanda di energia a basso costo, che aumenterà i prezzi dell’energia. A quel punto, i produttori solari diranno: ‘abbiamo un’altra opportunità di costruire il solare’, quindi costruiranno più solare e abbasseranno i prezzi dell’energia, il che ovviamente crea un’altra opportunità di arbitraggio per le batterie.

©2019 Rete Asset by mr.dico

Log in with your credentials

Forgot your details?